Connect with us

Chi è l’attore/attrice famosissimo arrabbiato con Meryl Streep per essere stato nominato da lei durante il suo discorso ai Golden Globes?

Gossip Italiano

Chi è l’attore/attrice famosissimo arrabbiato con Meryl Streep per essere stato nominato da lei durante il suo discorso ai Golden Globes?

Maryl Streep ha vinto il golden globes qualche giorno fa -che news!- e durante il suo discorso di accettazione ha quindi ringraziato tutti e spiegato che Hollywood è piena di gente “emigrata” e che quindi loro sono la prova che l’emigrazione vince. Nel farlo non ha fatto i nomi di Antonio Banderas dalla spagna o qualche oscura comparsata rumena o di tutti gli artisti del far east asiatico tipo macchinisti truccatori parrucchieri e stupendi motion-arts professionisti sottopagati alla caccola giu giu fino ai valet messicani che le parcheggiano la macchina nel lot paramount ogni giorno (tra cui tra poco finirà anche Banderas, tral’altro) : no, ha nominato gente che veniva dal Canada come Ryan Gosling . Ricordatemi questo passaggio così quando vincerò anch’io qualcosa ricorderò nel mio discorso tutti i bravissimi professional che ogni giorno vengono in Italia da San Marino e da Città del vaticano to  make this country great again (?)

riporto il discorso tradotto

“Grazie Hollywood Foreign Press. Voi e tutti noi in questa stanza apparteniamo ai segmenti più denigrati della società americana in questo momento: Hollywood, stranieri e la stampa. Ma chi siamo noi e cos’è Hollywood dopotutto? Solo un gruppo di persone provenienti da altri posti. Io sono nata e cresciuta nelle scuole pubbliche del New Jersey, Viola (Davis) è nata nella capanna di un mezzadro in North Carolina e cresciuta a , Sarah Paulson è nata in Florida, cresciuta da una mamma single a Brooklyn, Sarah Jessica Parker è stata uno dei sette o otto bambini di una famiglia dell’Ohio, Amy Adams è nata a Vicenza, Veneto, Italia e Natalie Portman è nata a Gerusalemme. Dove sono i loro certificati di nascita? E la splendida Ruth Negga è nata in Etiopia, cresciuta in Irlanda, credo. Ed è qui nominata per l’interpretazione di una ragazza di una piccola città della Virginia. Ryan Gosling, come tutta la gente più gentile, è canadese. E Dev Patel è nato in Kenya, cresciuto a Londra, ed è qui per l’interpretazione di un indiano cresciuto in Tasmania.
(adoro come nata in Florida venga messo a paro alle campagne abbandonate dell Ohio e alla mezzadria del North Caroline, lol. magari è nata a MIAMI, Florida, e allora spiegami perchè non dovrei solo che essere gelosa!)
“Un’ultima cosa. Una volta, mentre giravo per un set lamentandomi di qualcosa, perché lavoravamo fin dopo cena o fino a tardi o simili, Tommy Lee Jones mi disse “Non è un privilegio, Meryl, anche solo essere un attore?”. Sì, lo è. E dobbiamo ricordarci l’un l’altro il privilegio e la responsabilità dell’atto dell’empatia. Dovremmo essere tutti molto fieri del lavoro che Hollywood onora qui stanotte”
Fin a qua, solito momento vanaglorioso, ma secondo blindgossip.com -che ricordiamo è tenuto da uno stesso attore, in incognito-  uno degli attori nominati “non è rimasto contento del trattamento” ed ha ripetutamente detto “jeez, perchè mi tira in mezzo? Ok, fai il tuo discorso, ma non mettermi in mezzo!” trinkando beer nella festa post GG .
Ora, anche blindgossip invitava a scoprire chi è il misterioso attore -attrice e secondo me é Amy Adams. Non chè Amy Adams abbia qualcosa contro il fatto che tutti sappiano che è di Vicenza, ma di tutti questi nomi è quella meno in cerca di ribalta, attenzioni, fascee da “ce l’ho più lungo io ” o momenti alla “gladiatore”
E’ come se non si rendessero conto che non solo sono esattamente loro la ragione per cui *lui* è lì, ma anche che tra di loro e donnie Donald non c’è nessunissima differenza . E’ come la burger king che si erge a paladino contro i mali del mac donald
Ma probabilmente in realtà l’arrabiato è tommy lee jones. Tommy lee Jones in un discorso del genere poi ci sta come una banana sulla frittata.
probabilmente ha votato per Trump! probabilmente non ha manco votato per la Streep per il premio!

Continue Reading
Advertisement
You may also like...
23 Comments

23 Comments

  1. Roar

    13 Gennaio 2017 at 16:07

    io mi sarei offesa fossi stata Sarah Jessica Parker… che cavolo, sette o otto bambini dell’Ohio, mi sa di una di quelle situazioni da campagna di white trash con famiglie che spacciano weed e mille bambini nati a caso che bivaccano in cortili pieni di scheletri di auto… ma Meryl che stai a dì, sei più razzista tu di Trump!

    • isa

      13 Gennaio 2017 at 16:17

      Ti quoto, non capisco neanche tutta quella grinta, quel pathos a mio parere voleva colpire Trump ma invece ha colpito i suoi colleghi

      • claudia mastro

        14 Gennaio 2017 at 17:18

        che poi o lo nomini o non lo nomini non che fai i giri di parole come neanche i fiumi di parole dei jalisse

    • Claudia

      13 Gennaio 2017 at 21:16

      ahahaha davvero. trailer park life for ever!!!

    • claudia mastro

      14 Gennaio 2017 at 17:18

      davvero oh, ma che orba è? forse è stata lei l’incazzata. per questi 7 figli uguale trailer park life uguale vita di eminem con la madre in “8 mile” .

  2. isa

    13 Gennaio 2017 at 16:14

    Questo gran discorso l ho ascoltato tutto, da quando gli americani normali hanno votato per Trump, rendendo furiosi la maggior parte degli attori hollywoodiani, mi scaravolto e mi diverto tantissimo a vederli incazzati in occasioni pubbliche e ad ascoltarlo nei loro discorsi, come se a loro personalmente cambiasse una virgola. La Streep che come leccaggio della Clinton la battono in poche era proprio incazzata, sarcastica e ironica, ha ingoiato male la sconfitta e si vedeva, una pessima interpretazione.

    • Monica

      13 Gennaio 2017 at 18:10

      Esatto etra l’altro ha offeso i suo stessi colleghi.La reputo una grande attrice,ma stavolat l’ha fatta fuori dal vaso

      • isa

        13 Gennaio 2017 at 18:21

        Son talmente incazzati per Trump che han perso il senso delle cose. Non s accorgono neanche che oltre ad offendersi tra loro, offendono anche chi l ‘ha votato che poi sarebbe il popolo, la gente che li ha osannati, ammirati e resi famosi. Non accettano la democrazia e si definiscono democratici. Se evitassero di parlare di politica e si limitassero al cinema …Farebbero più bella figura, per me, votando poi chi gli pare nel loro privato

        • Claudia

          13 Gennaio 2017 at 21:14

          ma poi basta.poi davvero dare della poveraccia a sarah jessica parker solo perchè erano 7 fa capire proprio in che prospettiva mettano il mondo . tanti uguali poveracci col moccio. questi manco sanno che esistono guerre o simili

        • claudia mastro

          14 Gennaio 2017 at 17:15

          è la democrazia, bella ,diceva qualcuno.ma per qualcuno la democrazia è solo roba loro e di hilariotta

    • Claudia

      13 Gennaio 2017 at 21:16

      idem epr me divertimento puro. odio che non si rassegnino e che pensavano di avere la vittoria for granted, non eprchè tifi questo o quell’altro io, ma detesto vedere la gente che non accetta le sconfitte dall’alto di un cazzo

  3. virginiamanda

    13 Gennaio 2017 at 16:17

    Oltretutto se ascolti il discorso in inglese lei dice: nata a “VINCENZO, Veneto, Italy”. Tanto che quando l’ho sentita ho pensato: “Stupendo ora dirò a tutti che vengo from GIAMPIETRO, Veneto, Italy! Tanto chi vuoi che capisca? L’ha detto pure Meryl!”
    Lei ha fatto un discorso molto commuovente e toccante, e da grande attrice qual è ha saputo interpretarlo al meglio.
    Detto questo però c’è da dire che il discorso partiva da delle premesse sbagliate:
    – un cittadino statunitense nato all’estero da genitori statunitensi, che poi passa il resto della sua vita in USA, non è un immigrato;
    – nessuno ha mai detto alcunché contro gli attori, che non mi sembrano affatto una categoria che meriti protezione dalla politica;
    – (ma questa è una considerazione del tutto personale) se ti danno un premio alla carriera dovresti ringraziare chi ti ha permesso di fare quella carriera. Soprattutto perché vuol dire che hai una certa età e magari è troppo tardi per buttarsi in un’altra, per esempio buttarsi in politica. Ricevere un premio alla carriera e approfittarne per fare un discorso contro Trump l’ho trovato un po’ fuori luogo.

    • Claudia

      13 Gennaio 2017 at 21:15

      ahaha davvero a vincenzo? amaaihia. ma poi che significa…se nasci e poi subito vai via che cacchio cambia?che migrazione sarebbe? magari uno nasce all estero eprchè è in vacanza, allora?è un immigrato?

    • claudia mastro

      14 Gennaio 2017 at 17:15

      che poi deve essere una FIGATA essere nati a vicenza o in generale all estero quando poi sei stato tutta la vita in un altro paese…sai quante noiosissime serate risolvi? tipo,c’èscena muta e uno fa
      “ehi lo sapete che chiara qua, anche se vive a bosto tre case, in realtà è nata a philadelphia?eh?ci credereste?”
      una volta ho Visto un documentario sui due figli di frank zappa che tornavano nel mini paesino del apdre e quelli anche se vissuti a hollywood tutta la vita erano molto commessi e la figlia nello specifico diceva che avrebbe voluto trasferirsi la per la pensione (!!!)

  4. claudia mastro

    13 Gennaio 2017 at 21:21

    adoro che tutti abbiate commentato ma nessuno ha provato a indovinare KU FU a offendersi! ah!:D:D

  5. Millicent

    14 Gennaio 2017 at 14:46

    Anche per me potrebbe essere la Adams, che sta sempre abbastanza fuori dalla politica. E poi che esempio è?! E’ nata da genitori americani, padre militare in servizio alla base americana di Vicenza… più americana di così! Non ho proprio capito il senso del discorso, è vero che nel mondo dello spettacolo ci sono tanti “figli di” che hanno la strada spianata, ma credo che sia abbastanza ovvio che la maggioranza dello showbiz è gente a casa con background diversi. E la metà di quelli che ha nominato lei non mi sembrano particolarmente svantaggiati.

    • Millicent

      14 Gennaio 2017 at 14:51

      Anzi, ho letto adesso che la Adams è di famiglia mormona… ecco quello è uno svantaggio, non essere nata a Vicenza!

      • claudia mastro

        14 Gennaio 2017 at 17:17

        che poi davvero…vivere in una base americana, non vorrei dire ma è come stare in america in tutto e per tutto..è america fuori dall’america…non a caso vidi un servizio su aviano anni fa su D in cui si mostrava come dentro il campo si vivesse proprio come in america… grigliate, 4 luglio, peanut butter, via cavo epr vedere il super bowl… in “italia” quasi non ci mettevano piede. anche le macchine erano quelle loro classiche con gli sportelloni in legno (Che orrore)

        • Millicent

          15 Gennaio 2017 at 10:56

          Comunque ho appena visto un video in cui la Adams canta I will survive contro Trump, quindi forse non è lei… magari Gosling?

          • claudia mastro

            15 Gennaio 2017 at 13:58

            te ga reson, l’ho visto anch’io.
            o forse ha letto sta news su blindgossip-non certo dal mio, lol- e s’è parata il culetto roscio.
            ho pensato anche che potrebbe essere la portman: la portman è una mega supporter di israele (bleh) e trump anche lo è, al contrario di obama, quindi di sicuro lei,almeno per questo, è con trump

          • Millicent

            15 Gennaio 2017 at 20:39

            Ahah figurati, sicuramente anche Amy Adams legge Claudia and the gossip 😉 comunque per quanto il tuo ragionamento abbia senso non credo possa essere la Portman, perché c’è anche lei in quel video!

          • claudia mastro

            15 Gennaio 2017 at 22:29

            allora è tommy lee!

          • Millicent

            16 Gennaio 2017 at 7:58

            O magari Dev Patel? Che è inglese e magari non gliene frega niente dell’America, la usa solo per lavoro!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Gossip Italiano

Advertisement
To Top