Connect with us

i finally saw it: il mitologico baby

Gossip Straniero

i finally saw it: il mitologico baby

Ragazzo figlio di un diplomatico  si iscrive all’upstate scuola inventata Collodi, una scuola romana privata senza finestre e che si sviluppa sottoterra. Il tipo é abbastanza fico quindi viene subito guardato con interesse dalla “betty” della situazione, chiara

la biondina fa anche la conoscenza della cattiva mora “trasgrescion” : ora, dovete sapere, che nonostante baby duri 45 minuti a puntata, i dialoghi sono fatti nella stessa maniera parsimoniosa di un qualsiasi corto, ad esempio: la mora passa per i corridoi ed uno dice “chissà se ha fatto un altro film porno”, come se fosse la prima volta che la vede e che dà tale info ai suoi amici, oppure il cattivone dice “no, non voglio la macchinetta, voglio il motorino, mi ricorda mamma” , per farci capire che è orfano, infine anche la bionda per farci sottilmente capire che è atletica ha 1)un poster di non denominato sprinter in camera, 2)si fa la coda 3) dice alla madre che è in tuta perchè “si allena anche prima delle lezioni”(e quella perchè non risponde “e che me frega?”)

il damiano badboy è a corto di soldi (a corto di soldi?) ed ha un debito con spacciatore implausibile alto un metro e 20. Damiano va anche a trovare la nonnina e anche qua la nonna dice il fantastico dialogo esplicativo “come va ora che non abiti più qua” e lui da una risposta ancora più esplicativa, e cioè ” era meglio qua” e se non fosse chiaro che SI SI QUESTO ABITAVA QUA PRIMA, SI c’è anche visita alla ex stanza rimasta identica piena di poster hip hop e arte moderna che fa a cazzotti con il resto della casa arredata da vecchiettina della signora nonnina che non vedremo mai più (Ciao nò! E’ stato bello)

in definitiva baby è vera e propria droCa : puro giochetto pro ascolti, dove tutto è fatto per restare più possibili attacati allo schermo .

è anche l’unico prodotto al mondo che sviluppa la linea narrativa “nel mondo freddo, senza relazioni che tengano e senza limiti degli adolescenti di oggi, tanto vale fare le mignotte” senza cinismo nè morale, anzi quasi analizzando in modo analitico-freudiano la cosa. è davvero tanto peggio fare la prostituta che essere l’amante di tal nicolas , per chiara? e per ludovica, non è meglio sperimentare cene eleganti che l’onta di tal brando, che l’ha filmata mentre gli fa un pompino, per altro con mano ferma stupefacente, e poi l’ha mostrato a tutti, non si sa per quale motivo poi, se non pura crudeltà?La tesi cambia di episodio in episodio, anche perchè i 4 invischiati cambiano di episodio in episodio- nicolas, che tanto sembra voler stare con chiara, “in maniera seria” poi la liquida con un “no resto con virginia, è più fica”

per vedere baby serve un pò di suspension of belief-un pò tanta- e io quindi mi sono bevuta anche la pandolfi considerata sex symbol, o la treshissima scena col telefonino e il dito (non spoilero oltre ) l’unica cosa che ho proprio trovato insopportabile era il continuo cerchio magico per cui tutti conoscessero tutti. A ROMA. (al locale di saverio finisce a spacciare damiano, la cui matrigna tral’altro ,nel tempo libero da moglie di diplomatico milionario, insegna ginnastica proprio nella scuola dove vanno tutti, etc etc etc)

TOP  DELLE COSE POCO CREDIBILI

1)gita sul lago in barca (?) pomeridiana di camilla e damiano

2)tutta la scuola e in particolare: la differenza di arredamento tra la stanza del preside (stile oxford) e il resto dell edificio (obitorio )

3)il padre di damiano avrà 12 anni più del figlio.

4)la pandolfi in tutto quello che fa

5)il fatto che una che ha l’aspetto di una come chiara possa mai essere considerata un outsider

6)chiara che non prepara le firme dei genitori mesi prima ma la mattina stessa e al bagno della scuola

7)genitori di chiara che scoprono che la figlia ha fatto domanda per andare in america e dicono “ah ma non serve il permesso dei genitori per queste cose?”

8)gara di run scolastica inspiegabilmente fatta di notte

9)tipo programmatore di computer che ha la casa di un emiro

10)liceo intitolato a  collodi con tanto di altalene e angolo giochi

11)ma che casa povera c’ha il preside????e la stanza del figlio che cacchio è? l’ex stanza di silvio pellico?

5 Comments

5 Comments

  1. Milza e lode

    16 Dicembre 2018 at 1:08

    Ecco cosa mancava alla scuola, le finestre! Comunque immaginavo che la tua recensione mi avrebbe fatta tajà, io direi che tra le prove di atleticità della Chiara c’era anche l’addominale scolpito mostrato con nonchalance ogni 2×3
    Ludovica non mi ha convinta granché, molto bella e per questo fatico a pensarla come ad un’emarginata, ma non mi piaceva proprio l’intonazione che aveva
    La Pandolfi boh
    Per un ruolo del genere avrei messo una un po’ più figa tipo Miriam Leone (?) chessssò
    In generale è stata una serie tv moooolto approssimativa, ma carina per il suo target, una trashata all’italiana, avrebbe avuto più senso senza la connessione con il caso delle baby squillo, che tanto non c’era, e se fosse stata ambientata in una piccola cittadina
    Comunque adesso attendo una recensione di elite 😉
    Oggi ho visto che c’è anche una documentario (?) Su Real time che si chiama “professione Lolita ” e parla sempre di queste qua, magari gli do un’occhiata

    • claudia mastro

      16 Dicembre 2018 at 9:39

      secondo me la cosa della prostituzione poteva essere sostiuita con qualsiasi altra cosa, ho trovato davvero che semmai questa storia di baby piena di trame e tramine e con scene da due minuti max fosse solo votata al dio dell entratertaiment che a quello della morale o del racconto . l unica cosa che un minimo “tesistica” che ho trovato in baby che gli adolescenti sono tutti freddi e distaccati più che cattivi e gli adulti sono solo una loro pale imitazione. inoltre sono abbastanza sicura che situazioni come foto filmini e altre cose un minimo a pagamento siano capitate MA AVOGLIA e capitino tutt’ora in un sacco di scuole.

      • Milza e lode

        16 Dicembre 2018 at 14:54

        Si infatti! Diciamo che è la pretesa di realtà che rende l’insieme un po’ ridicolo
        Serie tv come elite sono talmente esagerate che uno le guarda in maniera distaccata come dovrebbe essere
        Senza volerci a tutti i costi trovare spunti di cronaca

        • claudia mastro

          16 Dicembre 2018 at 21:56

          su baby avevo preso cantonata ma elite mi blocca: detesto la recitazione spagnola, ancora ricordo coi brividi quell’enorme cacata di quel robo con monica cruz…

          • Milza e lode

            17 Dicembre 2018 at 0:45

            Nah vai tranquilla , è più americano dei film americani

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Gossip Straniero

Advertisement
To Top