Connect with us

Ok, il nuovo film di sergio castellito e mazzantini stavolta ci insegna chi so i poveracci delle borgate

Gossip Italiano

Ok, il nuovo film di sergio castellito e mazzantini stavolta ci insegna chi so i poveracci delle borgate

L’altro giorno sono incappata in un ammasso di pubblicità youtube di tale film “fortunata”, con Jasmine Trinca (redivivissima, ora farà 5-6 film l’anno dopo anni in cui era sparita, si vede che Nanni moretti le aveva messo su un embrago dopo che si erano mollati, bo!) e da quello che ho capito questa è la trama

1)burina di borgata con capello tinto male perchè se sei di borgata non puoi manco accedere alla tinta da 8 euro che fanno alla scuola per parrucchieri o al “drago d’oro” e devi farti le striature a casa con l’ammoniaca.

2) ha una figlia che ha qualche problema-perchè i poveratchi hanno tutti problemi o i servizi sociali alle calcagna, che non lo sai?

3)la porta da uno psicologo che è figo ed è Accorsi, che non ha per niente l’accento bolognese

4)lui si innamora, ma lei deve avere qualche unfinishedbusiness con

5)altro burino coatto con capello unto lungo 8 metri che farà o il camionista o lo spacciatore e come minimo la mena però lei ce torna pure insieme ahw ahw ahw

6)finale radioattivo:chi sceglierà tra l’amorevole e caro Accorsi che nel frattempo vuole anche bene alla bimbetta Barbara e il coatto che sa di nastro azzurro?

A parte che ci vuole solo il coraggio di Sergio Castellitto and wife per far credere che Accorsi sia più appettibile di Alessandro Borghi, anche conciato così, in una maniera che non so questi dove l’hanno viste ste scene , ma poi davvero? nel 2017 ancora con il ricco che ci disegna la periferia con queste modalità agghiaggiandi ? ancora con il bravo psicologo che ha studiato e trattabeneledonneperchèèistruito vs l’ignoranteèignorantequindiècattivo?

il degrado esiste, è vero, ma non devi andare a san basilio. Farlo è da razzisti. Ve lo dice una che non ha nessun legame con certe zone e che non cè neanche mai stata.Infondo Per le tre zingare uccise una settimane fa  in un incidente a centocelle i fiori sono stati comunque messi, perchè comunque “erano del quartiere” (e fidatevi, questi non sono quartieri rom-oriented!) , scommetto che nella via di Castellitto e moglie (che sarà la classica abusatissima Cola di Rienzo o peggio, Monteverde) non sarebbe mai successo . Non li metteranno manco quando succederà a loro, figuriamoci!

Continue Reading
Advertisement
You may also like...
6 Comments

6 Comments

  1. Roar

    19 Maggio 2017 at 17:22

    in effetti non ho mai capito se le borgate oggi sono così come le dipingono, o se invece sono normalissime periferie con vari livelli di degrado come in tutta Italia. Molto triste comunque come venga definito il divario cultura accademica/istruzione limitata. Ho incontrato persone di delicatezza e cuore sia tra plurilaureati che tra persone con licenza media, non so come si riesca discriminare “con l’accetta” nei film. Veramente poco rappresentativo.

    • Nadia Vitari

      21 Maggio 2017 at 14:21

      anche triste e’ cgi finge di venire dal quartiere, sia romano o milanese, come se sia una nota di merito o valore. Poi, non siamo mica in Somalia, o in certe zone ex sovietiche, in posti dove davvero si rischia la vita!

      • claudia mastro

        23 Maggio 2017 at 19:00

        Esatto infatti proprio oggi leggevo che la cosa peggiore del film sono gli stereotipi sul quartieraccio Piemonte di abbella e aho te meno tipici di chi manco cha mai mesao piede . Condivido che L Italia è più o meno ovunque un paese ancora sicuro e dare quest immagine banlieau fa proprio 😂

    • claudia mastro

      23 Maggio 2017 at 19:05

      Ma poi veramente ma anche fosse anche fosse che nella periferia fa tutto schifo ,te ,regista della Roma bene ,non ti senti doppiamente scemo a fare un film su sta cosa ??? Come se io donna bianca mi mettessi a fare un film sulle nigeriane porellle . Sai chi è che faceva film su roba che non conosceva per nulla ma senza sembrare un ridicolo infingardo ? Sergio leone. Punto. Cioè devi essere un genio per fare una roba del genere. Se io voglio fare un film sugli hipster di New York senza mai averci messo piede sembrerò sempre na cretina . Mi ricordo L introvabile primo film di Michele Placido ,le amiche del cuore ,sullo stesso tema,addirittura là sera sbizzarrito :nelle borgate cè L iNCESTO!!!

  2. Isa

    21 Maggio 2017 at 23:46

    Sta Trinca l’ho vista nel film di Sean Penn, forse nella prossima lo diventerà, in questa vita attrice non è… una pietà

    • claudia mastro

      23 Maggio 2017 at 19:00

      Aspe cè un film girato da scionpen con sta tipa addirittura protagonista ???

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Gossip Italiano

Advertisement
To Top