Connect with us

e alla fine era brizzi

Entertainment

e alla fine era brizzi

E quindi era proprio fausto brizzi, l’uomo che ha molestato (e in un caso addirittura stuprato,almeno di quelli raccontati) un bel pò di ragazze con la scusa del provino con “scene d’amore” realistiche (lui nudo, ARGH- notoriamente poi i registi fanno anche gli attori no? tutti i giorni. per risparmiare. poi se glielo chiedi ti accorciano anche la frangetta)

Vorrei vedere ora i twit di nancy brilli,antonia liskova e milena miconi (fregna, proprio la serie A) che difendevano brizzi ,quanto restano online. il mio preferito era quello della liskova che diceva che lavorando con lui aveva avuto una “sensazione di professionalità”che bò, non so neanche se sia un complimento: non poteva dire direttamente “è stato professionale”? no? aveva solo la sensazione del professionale? come quella roba che vendono al todis dove c’è scritto “al SAPORE di granchio” ?

ps: tra le accusanti anche clarissa marchese del trono classico 2016, che ha detto di no però, e due volte (nonostante le convincenti frasi devi spogliarti perchè devo solo così posso vedere se ci tieni davvero a questo film , ahahahah!)

vedi quelle alla scuola di Maria, che brave? trash si,ma pure calci in culo!

 

28 Comments

28 Comments

  1. Monica

    13 Novembre 2017 at 8:47

    Ripeto che schifo,spero che paghi.ora sono curiosa di sentire cosa dirà la moglie.

    • claudia mastro

      13 Novembre 2017 at 12:16

      E che deve dire ? Lei ci perde sempre , sia che lui le faccia passare per consensuali (che è cio che farà ) che non …

  2. sab_sab

    13 Novembre 2017 at 9:54

    stavo leggendo ora su dagospia il riassunto delle testimonianze delle ragazze. lui continua a negare, ma mi sa tanto che non ha possibilità di smentire. mi spiace per la moglie (anche se mi sta sulle pa**e), e soprattutto per la bimba.

    • Monica

      13 Novembre 2017 at 9:55

      Anche a me dispiace.Non ho parole.e sono sicura che usciranno anche altri nomi

      • sab_sab

        13 Novembre 2017 at 9:57

        certo. lui ha chiesto di rispettare la privacy della famiglia. ma pensarci prima??

        • claudia mastro

          13 Novembre 2017 at 12:16

          Alla moglie e figlia doveva pensare lui , eh ! Non Le molestate ! E stuprate addirittura anche !

          • sab_sab

            13 Novembre 2017 at 12:19

            infatti. troppo comodo chiedere il solito rispetto della privacy.

          • LaFayette @YoSoyUnGattaro

            13 Novembre 2017 at 14:26

            Sono d’accordo ma fino ad un certo punto… nel senso che è giusto andare a fondo e far pagare chi deve ma mediaticamdnte parlando gli innocenti andrebbero in qualche modo protetti.
            Le colpe dei padri, ahimè, ricadono sui figli ma gettare in un frullatore colpevoli e familiari prima che si sia usciti fuori dai meandri dello scoop pruriginoso ed entrati in quello più serio di un capo di imputazione lo trovo colpevole.
            … e qui ce l’ho con un certo tipo di stampa …

          • claudia mastro

            13 Novembre 2017 at 14:58

            Sempre problema suo. Uno dei motivi per non fare cazzate è anche che non sai come pu reagire il mondo

          • LaFayette @YoSoyUnGattaro

            13 Novembre 2017 at 14:59

            Eh, no! Se c’è un minore di mezzo non son ragionamenti accettabili.

          • LaFayette @YoSoyUnGattaro

            13 Novembre 2017 at 15:29

            Mi spiego meglio, un bambino, un ragazzo o un minore nel senso più ampio del termine non sono solo in carico alla famiglia di origine ma alla società tutta. I servizi sociali nascono proprio in questa direzione e in un’interpretazione tutta mia personale posso solo dirti che non mi sentirei completamente padre di mia figlia se non mi sentissi contemporaneamente un po’ padre di tutti i bambini come lei. Migliorare una società implica estirpare le erbacce, cercare di reprime le condotte più deplorevoli ma anche preservare nei limiti del possibile creature che sono coinvolte solo per sangue e non per diretta responsabilità. Non è una società civile quella che non si preoccupa dei figli dei delinquenti di qualunque crimine si siano essi macchiati.

          • claudia mastro

            13 Novembre 2017 at 15:36

            Ma non uscirebbe comunque anche con un normale processo ? Che cambia ?

          • LaFayette @YoSoyUnGattaro

            13 Novembre 2017 at 15:41

            Io ce l’ho con un certo tipo di stampa che si diverte a rimescolare la melma. Parlo con cognizione di causa perchè ho un amico finito in una spirale mediatica suo malgrado (per fatti completamente diversi) e invece di preoccuparsi per il dramma che lo stava investendo, si doveva principalmente occupare di difendere i familiari dagli attacchi di una stampa veramente priva di scrupoli. Ho visto fare cose veramente inenarrabili e francamente evitabili.

          • claudia mastro

            13 Novembre 2017 at 16:03

            allora ok, prendiamo le varie opzioni
            1)ragazza anonima denuncia brizzi per violenza sessuale. lo arrestano. esce la notizia. moglie e figlia sputtanate uguali . le iene fanno ugalmente servizio a posteriori (immagino eh) con altre testimonianze
            2)ragazza anonima denuncia brizzi . la notizia non esce. si patteggia. brizzi continua a fare le sue porcherie.
            3) ragazza anonima denuncia brizzi. non esce nulla ma gira solo la voce. alla moglie e figlia resta quindi il dubbio
            che poi per altro secondo me così è andata, perchè nel primo servizio si sente “la sua assistente silvia”. la moglie saprà de un assistente silvia,avra fatto due piu due e ciao

          • LaFayette @YoSoyUnGattaro

            13 Novembre 2017 at 18:50

            Non mi piace il giornalismo urlato che sguazza nella parte torbida dello scandalo incurante delle conseguenze sulle persone e che sempre più frequentemente è volutamente non solo non supportata da prove ma pure inventata di sana pianta.
            Tanto ormai basta essere verosimili e indignati per divetare oracoli presso la pubblica opinione.
            Chi riporta la notizia fa il suo lavoro, pure chi commenta fatti dimostrati… è della parte restante di un certo giornalismo che parlo… dai moralizzatori ai fabbricatori di scandali. Quando parlo di tutelare chi non ha colpa mi riferisco quel genere di non etica professionale.

          • claudia mastro

            13 Novembre 2017 at 19:11

            ma ci sono sempre persone che soffrono di rimando, mica killer e pseudo killer vengono da famiglie fatte di killers a loro volta. e allora non diamo nessuna notizia.
            poi come prova non puo sempre esserci un video
            anche 10 persone che non si conoscono che non cercano popolarità -sono blurrate- che non vogliono nulla -una era un assistente- sono una prova

          • LaFayette @YoSoyUnGattaro

            13 Novembre 2017 at 19:16

            Non parliamo delle stesse cose ma non mi va di essere più specifico.
            Non alludevo a questo caso in particolare di cui so poco o nulla comunque, mi riferivo solo alla generica frase “ai figli ci deve pensare lui” che eticamente non mi piace perchè assolve a prescindere chi non vuole farsi scrupoli di nessun tipo.

          • claudia mastro

            13 Novembre 2017 at 19:22

            ma chi è sta gente che non vorrebbe farsi scrupoli? i figli se fai qualcosa di negativo lo vengono a sapere comunque. ma anche se la stampa non da la notizia.

          • LaFayette @YoSoyUnGattaro

            13 Novembre 2017 at 19:28

            Non ci stiamo capendo e come ti ho detto non ho voglia di entrare ulteriormente nel merito.
            Ti dico solo che ci sono modi diversi di fare giornalismo.

          • claudia mastro

            13 Novembre 2017 at 19:31

            del genere? non capisco il giornalismo che c’entri se il problema è non far stare moglie e figlia
            se è non far stare male lui posso capirlo ma moglie e figlia lo verrebbero a sapere in ogni caso al mondo ,anche senza notizia

          • LaFayette @YoSoyUnGattaro

            13 Novembre 2017 at 19:37

            😂😂 mi arrendo.

          • claudia mastro

            13 Novembre 2017 at 19:39

            si anch io.

          • LaFayette @YoSoyUnGattaro

            13 Novembre 2017 at 19:41

            Possiamo sempre parlare del tempo

          • Claudia

            13 Novembre 2017 at 22:07

            piovono figure di merda su san siro

          • Monica

            14 Novembre 2017 at 17:14

            Si,in parte hai ragione,però il maggior colpevole è Brizzi,potevo tenerselo nelle mutande.

          • LaFayette @YoSoyUnGattaro

            14 Novembre 2017 at 20:20

            Quello è scontato

          • Nadia Vitari

            13 Novembre 2017 at 15:55

            brava hai ragione, purtroppo il mondo non pare andare in questa direzione e anzi si accusano le nuove generazioni quando chi dovrebbe dare l’esempio fa peggio, e ne vediamo i risultati

        • Monica

          13 Novembre 2017 at 12:22

          Ma infatti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Entertainment

Advertisement
To Top